Il rivolgersi alla Qiblah

Il rivolgersi alla Qiblah
2- Quando si sta per compiere l’adorazione, un musulmano si deve rivolgere con tutto il corpo verso la Qiblah, cioè la Ka’ba, con nel cuore la niyah (intenzione) di compiere la preghiera sia obbligatoria che superobbligatoria. Questa intenzione ha sede nel cuore: non è lecito pronunciarla, anzi pronunciarla è una bidaa (eresia), visto che né il Profeta (Pace e benedizione su di lui) né i suoi Compagni (che Allah sia soddisfatto di loro) pronunciarono l’intenzione (la nyiah).

Il Profeta (Pace e benedizione su di lui) prendeva una partizione davanti alla quale pregava sia da Imàm che da solo. Rivolgersi alla Qiblah è una delle condizioni della preghiera, salvo i casi eccezionali, come è indicato nei libri degli scienziati.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s